Archivio

2020

Copertina

N. 6 (2020): Mamme e papà in conflitto - costruzioni di genitorialità su terreni incerti

Abstract

Lo studio sulla genitorialità ha prodotto un'abbondante letteratura, con un numero crescente di esperti che stabiliscono standard, impartiscono istruzioni e identificano errori. D'altra parte, le voci di coloro che hanno responsabilità genitoriali, soprattutto in condizioni complesse come l’alta conflittualità tra i genitori, raramente sono state esplorate sistematicamente. 

Il seminario è stato promosso dal progetto di ricerca CoPInG, che intende colmare questo vuoto di conoscenza e offrire un contributo per lo sviluppo di politiche e interventi più efficaci ed inclusivi. Si è proposto di fornire spunti di riflessione circa le possibili rappresentazioni di genitorialità nei contesti di alta conflittualità ed è stato aperto uno spazio di confronto su criticità e risorse del sostegno professionale in questo ambito, anche in relazione alle numerose professionalità coinvolte. 

Annalisa Benacchio, operatrice del Punto Famiglie dell’Associazione A.M.A. (Auto Mutuo Aiuto)  

Teresa Bertotti, professoressa associata di Sociologia e Servizio Sociale presso il Dipartimento di  Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento

Sonia Chiusole, coordinatrice Area Minori e Adulti della Comunità delle Giudicarie

Silvia Fargion, professore ordinario di Sociologia e Servizio Sociale presso il Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell’Università di Trento e principal investigator progetto CoPInG

Luca Fazzi, professore ordinario e presidente del corso di laurea triennale in Servizio Sociale presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento

Franca Garreffa, professoressa aggregata di Sociologia Giuridica, della Devianza e Mutamento Sociale presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria

Rocco Guglielmi, operatore di Spazio Neutro per Cooperativa Progetto 92

Diletta Mauri, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell’Università di Trento

Franca Olivetti Manoukian, psicosociologa Studio APS

Nicoletta Poli, coordinatrice Area Tutela dell’Ufficio Famiglie e Minori del Servizio Attività Sociali del Comune di Trento

Angela Rosignoli, presidente del Consiglio Regionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Trentino Alto Adige

Federica Sartori, dirigente del Servizio Politiche Sociali della Provincia Autonoma di Trento

Livia Taverna, ricercatrice a tempo determinato in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano

 


2018

Copertina

N. 5 (2018): Cos'è un regime migratorio? Analisi di un concetto controverso

Abstract

Dagli anni '90 del secolo scorso, la nozione di regime migratorio è divenuta sempre più popolare tra gli studiosi di migrazioni internazionali. Questa crescente diffusione non è stata tuttavia accompagnata dall’adozione di una definizione precisa del concetto. Attraverso un'interpretazione ermeneutica della letteratura esistente sui regimi migratori, in questo saggio mostriamo come, nonostante le attuali ambiguità, il concetto continui a fornire un’utile prospettiva nello studio della regolazione politica dei flussi migratori internazionali. In particolare, esso si rivela utile per esplorare in modo realistico l’attuale ruolo degli stati-nazione nei sistemi di mobilità globale.


Martina Cvajner è ricercatrice in Sociologia presso il Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell'Università di Trento

Gabriel Echeverria è un collaboratore del centro Scenari migratori e mutamento sociale dell'Università di Trento

Giuseppe Sciortino insegna Sociologia dello sviluppo internazionale presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell'Università di Trento


2017

Copertina

N. 4 (2017): The Formation of Transnational Movements?

Abstract

Scholars and legal practitioners have long found profound differences between the privacy practices of Europe and the United States. This has produced incompatible regimes of regulation, causing serious normative and political issues, which culminated in the passage of the “Safe Harbor” agreement in 2000, which was meant to govern the exchange of commercial information across the Atlantic. But after 9/11, the gaps between Europe and America shrank as both Europe and the United States adopted increasingly intrusive security measures. This convergence came to a head with the Snowden revelations spying in 2013. One effect was the liquidation of “Safe Harbor” by the European Court of Justice; a second was the passage of a new – but still untested – EU General Data Protection Regulation in 2016; but a third was greater interaction and increased collective action on the part of European and American privacy advocates. This convergence may be producing incentives and resources for the formation of a transnational movement to protect privacy. This paper employs a “political opportunity structure” framework to understand how international events between 9/11 and the Snowden revelations securitized the monitoring of commercial and personal electronic communications, increasing inclination of nationally-and-regionally-based privacy advocacy groups to come together

The 2017 Mauro Rostagno Lectures in Contentious Politics, Department of Sociology and Social Research, University of Trento

Sidney Tarrow

Emeritus Professor of Government and Visiting Professor in the Law School at Cornell University, Università degli Studi di Trento


2016

Copertina

N. 3 (2016): Sociologia dell'alimentazione: l'eredità dei classici tra riduzionismo, sistemismo e microsociologia

Abstract

Negli ultimi venti anni, lo studio dell’alimentazione da una prospettiva sociologica si è rivelato fruttuoso per molti studiosi, come dimostra il significativo aumento di testi e corsi universitari registrato nel mondo accademico. Diversi autori hanno raccolto i contributi e le riflessioni più importanti apparsi negli ultimi decenni, mostrando allo stesso tempo come già nei classici fossero presenti in nuce delle riflessioni sul rapporto tra cibo e società.  Questa consapevolezza giace alla base del presente saggio, nel quale si cerca di approfondire ulteriormente la posizione dei maestri del pensiero sociale in tema di alimentazione, suddividendo le loro posizioni in tre grandi linee di pensiero.

Nella prima sezione si sottopongono a disamina quegli autori che hanno trattato l’alimentazione in modo riduzionistico, ovvero come semplice mezzo di sopravvivenza. Non compare una riflessione sulla dimensione sociale del pasto; nonostante la nutrizione sia oggetto di interesse, la sua natura è statica, funzionale ad un progetto macroscopico di più ampia portata.

Un secondo quadro concettuale può essere definito sistemico, così riunendo all’interno di questo grande schema epistemico quegli approcci che hanno collocato la soggettività umana in modo subordinato rispetto al sistema sociale nel quale è inserita.

Si è infine scelto di trattare separatamente Simmel ed Elias per la simile concezione della dicotomia individuo-società dalla quale originano le loro rispettive sociologie. Simmel si occupa di alimentazione solamente nel breve saggio Sociologia del pasto; Elias dedica invece ampio spazio all’evoluzione dei comportamenti alimentari ne Il processo di civilizzazione.


Filippo Oncini

PhD Student, Sociology and Social Research, Università degli Studi di Trento, filippo.oncini@unitn.it

Copertina

N. 2 (2016): Studying Objectivation Practices

Abstract

Three case studies demonstrate the self-organization of social events: the situated practices of Tibetan philosophical debating, playing table games, and coffee tasting. The paper clarifies the mechanisms by which the self-organization of local affairs emerges and the extent to which local participants to a shared practice can take part in ongoing events. Events mostly drive themselves with their own momentum, but even the event does not know just where it is heading. While local participants are intimately involved, society moves according to its own vectors that exceed the participants’ control. These cases display how actors participate, patterning after each other, how they pick up ways of formulating and ways of knowing that follow from the previous speaker, and how they convert occasioned accounts and formulations into objective forms that can be relied upon by parties for organizing the local orderliness of their affairs.

 

Kenneth Liberman

Professor Emeritus, University of Oregon, Visiting Research Fellow, Università di Trento.


2015

Copertina

N. 1 (2015): Strutture familiari e rischi di povertà in Europa

Abstract 

Questo lavoro analizza gli effetti dell’ingresso delle donne nel mercato del lavoro e del diffondersi di nuovi tipi familiari sull’andamento delle disuguaglianze e dei rischi di povertà relativa in chiave comparata ed europea. La coppia a doppio reddito costituisce il più importante meccanismo anti-povertà per gli individui, mentre single e genitori soli sono esposti a rischi maggiori. Tuttavia, perché l’incremento delle famiglie a doppio reddito riesca a ridurre i livelli di disuguaglianza e i tassi di povertà relativa aggregati occorre che esso coinvolga soprattutto i gruppi sociali più svantaggiati. La crescente omogamia educativa ed occupazionale e il recente sviluppo di condizioni lavorative fragili e marginalizzanti sembrano invece destinati ad ampliare la polarizzazione dei redditi e dei rischi di povertà.

Rossella Bozzon è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Trento (rossella.bozzon@unitn.it).

Raffaele Guetto è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Trento (raffaele.guetto@unint.it).

Stefani Scherer insegna metodi quantitativi e sociologia della famiglia presso l’Università degli Studi di Trento (stefani.scherer@unitn.i t). Ha recentemente pubblicato col Mulino un libro sull’analisi dei dati longitudinali.


1983

N. 1-63: 1983-2015 Ed. cartacea - Quaderni del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale

63. Giuseppe Sciortino; È possibile misurare l'integrazione degli immigrati? Lo stato dell'arte, 2015 application/pdf (743 KB)
62. Paolo Barbieri, Erica Raimondi, Stefani Scherer; La terza forma a priori della rappresentazione, 2013 application/pdf (425 KB)
 
61. Martina Bazzoli, Carlo Buzzi, Teresio Poggio; Crescere a Trento - Indagine sui servizi socio-educativi per la prima infanzia, 2012 application/pdf (938 KB)
 
60. Josè Katito, Dilemmi della sociologia sudafricana nel periodo post-apartheid. Tra responsabilità sociale e sfide globali, 2012 application/pdf (1 MB)
 
59. Antonio Cobalti, “Obiettivi EFA”, “Fini del millennio” e le statistiche sull’istruzione nel mondo, 2012 application/pdf (480 KB)
 
58. Gaspare Nevola, Politics, Identity, Territory. The “Strength” and “Value” of Nation-State, the Weakness of Regional Challenge, 2011 application/pdf (638 KB)
 
57. Giorgio Chiari, Educazione interculturale e apprendimento cooperativo: teoria e pratica della educazione tra pari, 2011 application/pdf (640 KB)
 
56. Virginie Alnet, Marie Balas, Charlie Barnao, Isabelle Jonveaux, Lucio Meglio, Fabiana Niro, Giovanna Rech, Daniela Turco, Elena Zapponi, La dimensione religiosa: problemi di metodo - Premessa di Salvatore Abbruzzese, 2011 application/pdf (616 KB)
 
55. Mino B.C.Garzia, Dalle neuroscienze cognitive alla sociologia, 2011 application/pdf (448 KB)
 
54. Ottavia Niccoli, Immagini e metafore della società in età moderna, 2011 application/pdf (2 MB)
 
53. Paul Blokker, Constitutionalism and Constitutional Anomie in the New Europe, 2010 application/pdf (454 KB)
 
52. Antonio Cobalti, L'istruzione in India, 2010 application/pdf (1 MB)
 
51. Antonio Cobalti, India, 2010 application/pdf (1 MB)
 
50. Roberto Poli, The Complexity of Self-reference. A Critical Evaluation of Luhmann’s Theory of Social Systems, 2010 application/pdf (375 KB)
 
49. Andrea Mubi Brighenti, The Publicness of Public Space. On the Public Domain, 2010 application/pdf (380 KB)
 
48. Paolo Rosa, La svolta sociologica nelle relazioni internazionali: tre approcci e tre filoni di ricerca, 2010 application/pdf (328 KB)
 
47. Bruno Grancelli, Cooperative e sviluppo locale nelle regioni rurali dell’Europa Orientale. Paradossi dell’imprenditoria economica e sociale nella transizione, 2009 application/pdf (540 KB)
 
46. Kenneth Liberman, Giolo Fele, Vincenzo D’Andrea, Gian Marco Campagnolo, Ylenia Curzi, Gianluigi Viscusi - Phenomenology and the Social Study of Information Systems: Conversations with Kenneth Liberman, 2009 application/pdf (582 KB)
 
45. Paolo Barbieri and Giorgio Cutuli, Equal Job, Unequal Pay - Fixed Term Contracts and Wage Differentials in the Italian Labor Market, 2009 application/pdf (833 KB)
 
44. Antonio Cobalti, L’istruzione in America latina, 2009 application/pdf (1 MB)
 
43. Peter Wagner, The Future of Sociology - Understanding the Transformations of the Social, 2009 application/pdf (562 KB)
 
42. Antonio Cobalti, L'istruzione in Africa, 2008 application/pdf (1 MB)
 
41. Stefano Benati e Giorgio Chiari, I meccanismi dell’apprendimento cooperativo: un approccio di scelta razionale, 2008 application/pdf (720 KB)
 
40. Andrea Mubi Brighenti, Tra onore e dignità. Per una Sociologia del rispetto, 2008 application/pdf (577 KB)
 
39. Antonio Scaglia, 25 anni dell'Associazione Italiana di Sociologia. Materiali per scriverne la storia, 2007 application/pdf (2 MB)
 
38. LaboR - Paola Capuana, Enzo Loner, Corrado Paternolli, Teresio Poggio, Cristiano Santinello, Giovanna Viviani Le ricerche di Petronilla. Una guida alle fonti statistiche per l'analisi secondaria nella ricerca sociale, 2007 application/pdf (681 KB)
 
37. Gian Marco Campagnolo, A sociology of the translation of ERP systems to financial reporting, 2007 application/pdf (902 KB)
 
36. Adam Arvidsson, The Logic of the Brand, 2007 application/pdf (577 KB)
 
35. Lorenzo Beltrame, Realtà e retorica del brain drain in Italia Stime statistiche, definizioni pubbliche e interventi politici, 2007 application/pdf (787 KB)
 
34. Antonio Cobalti, Globalizzazione e istruzione nella Sociologia dell' Educazione in Italia, 2006 application/pdf (647 KB)
 
33. Andrea Cossu, The Commemoration of Traumatic Events: Expiation, Elevation and Reconciliation in the Remaking of the Italian Resistance, 2006 application/pdf (457 KB)
 
32. Domenico Tosini, Capitale sociale: problemi di costruzione di una teoria, 2005 application/pdf (276 KB)
 
31. Marco Albertini, Who were and who are the poorest and the richiest people in Italy. The Changing household's characteristics of the people at the bottom and at the top of the income distribution, 2004 application/pdf (317 KB)
 
30. Giorgio Chiari, Cooperative Learning in Italian schools: learning and democracy, 2003 application/pdf (5 MB)
 
29. Davide Nicolini, Attila Bruni, Rino Fasol, Telemedicina: una rassegna bibliografica introduttiva, 2003 application/pdf (525 KB)
 
28. Maria Letizia Zanier, Identità politica e immagine dell'immigrazione staniera. Una ricerca tra gli elettori e i militanti di An e Ds a Bologna, 2002 application/pdf (942 KB)
 
27. Bruno Grancelli, I metodi della comparazione: alcuni area studies e una rilettura del dibattito, 2002 application/pdf (455 KB)
 
26. Fabrizio Bernardi, Teresio Poggio, Home-ownership and Social Inequality in Italy, 2002 application/pdf (171 KB)
 
25. Daniela Danna, Cattivi costumi: le politiche sulla prostituzione nell'Unione Europea negli anni Novanta, 2001 application/pdf (324 KB)
 
24. Silvia Gherardi, Richard Holti e Davide Nicolini, When technological Innovation is not Enough. Understanding the Take of Advanced Energy Technology, 1999 application/pdf (412 KB)
 
23. Davide La Valle, La considerazione come strumento di regolazione sociale. Un modello econometrico del sistema di relazioni industriali italiano 1960-1994, 1995 application/pdf (2 MB)
 
22. Elena Schnabl, Maschile e Femminile. Immagini della differenza sessuale in una ricerca tra i giovani, 1994 application/pdf (4 MB)
 
21. Silvia Gherardi e Antonio Strati (a cura di), Processi cognitivi dell'agire organizzativo: strumenti di analisi, 1994 application/pdf (4 MB)
 
20. Alberto Melucci, L'AIDS come costruzione sociale, 1992 application/pdf (2 MB)
 
19. Davide La Valle, La società della scelta. Effetti del mutamento sociale sull'economia e la politica, 1991 application/pdf (3 MB)
 
18. Julio Echeverria, I rapporti tra stato, società ed economia in America Latina, 1991 application/pdf (2 MB)
 
17. Hans M. A. Schadee e Antonio Schizzerotto, Social Mobility of Men and Women in Contemporary Italy, 1990 application/pdf (4 MB)
 
16. Bruno Grancelli, Le dita invisibili della mano invisibile. Mercati, gerarchie e clan nella crisi dell'economia di comando, 1988 application/pdf (3 MB)
 
15. Marina Bianchi e Rino Fasol (a cura di), Il sistema dei servizi in Italia. Parte prima: Servizi sanitari e cultura del cambiamento. A dieci anni dalla riforma sanitaria. Parte seconda: Modelli di analisi e filoni di ricerca, 1988 application/pdf (4 MB)
 
14. Davide La Valle, Utilitarismo e teoria sociale verso più efficaci indicatori del benessere, 1987 application/pdf (3 MB)
 
13. Sivia Gherardi e Barry Turner, Real Men Don't Collect Soft Data, 1987 application/pdf (2 MB)

11-12. Giorgio Chiari e Pierangelo Peri, I modelli log-lineari nella ricerca Sociologica, 1987 application/pdf (5 MB)
 
10. Renato Porro (a cura di), Le comunicazioni di massa. Esigenze e prospettive di pianificazione, 1986 application/pdf (3 MB)
 
9. Chiara Saraceno, Corso della vita e approccio biografico, 1986 application/pdf (2 MB)
 
8. Marco Depolo, Rino Fasol, Franco Fraccaroli e Guido Sarchielli, L'azione negoziale. Problemi metodologici e risultati di un'indagine sulla contrattazione aziendale, 1986 application/pdf (1 MB)
 
7. Giorgio Chiari, Guida Bibliografica alle tecniche di ricerca sociale, 1985 application/pdf (4 MB)
 
5-6. Antonio Strati (ed.), The symbolics of Skill, 1985 application/pdf (3 MB)
 
4. Silvia Gherardi e Antonio Strati (a cura di), Sviluppo e declino: la dimensione temporale nello sviluppo delle organizzazioni, 1984 application/pdf (3 MB)
 
3. Guido Sarchielli, Marco Depolo e Gilberto Avezzù, Rappresentazioni del lavoro e identità sociale in un gruppo di lavoratori irregolari, 1984 application/pdf (963 KB)
 
2. Chiara Saraceno, Changing the Gender Structure of Family Organization, 1984 application/pdf (2 MB)
 
1. Emma Baumgartner, L'identità nel cambiamento, 1983 application/pdf (1 MB)
  

1 - 7 di 7 elementi